Home Page      Chi siamo      Dove siamo      Struttura organizzativa      Amministrazione      Mappa del sito  
Finestra sull'IACP
Piano triennale
Programmi da appaltare
Programmi in corso Nuove costruzioni
Programmi in corso Interventi di recupero
Patrimonio istituto
Patrimonio gestito
Condomini costituiti
Programmi in corso Manutenzione straordinaria
Bacheca
Trasparenza
Avvisi
Immobili in vendita
Piano di cessione
Bandi di gara
Esiti di gara
Servizi
Richiesta manutenzione
Carta dei servizi
Modulistica
Faq
Informazioni
Locazione
Importo del canone
Pagamento Canone
Info vendita immobili
Newsletter
Links utili
Richiesta informazioni

ESTRATTO DALLO STATUTO
1920 - 2004

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI PALERMO
Decreto Ministeriale 9 luglio 1936


Riconoscimento dell'Istituto Autonomo per le Case Popolari di Palermo come Istituto Autonomo Provinciale.
IL MINISTRO PER I LAVORI PUBBLICI
Vista la legge 6 giugno 1935, n. 1129;
Visto il regolamento per l'attuazione della legge sopracitata, approvato con R. Decreto 30 aprile 1936, n,1031;
Visto lo statuto tipo approvato con R. Decreto 25 maggio 1936 n. 1049, ai sensi dell'art. 2, ultimo comma, della legge 6 giugno 1935, n. 1129;
Visto il R. Decreto 20 giugno 1920, con il quale lo Istituto per le case popolari di Paler-mo fu riconosciuto come corpo morale;
Ritenuta l'opportunità di riconoscere il cennato ente come Istituto autonomo provinciale ai sensi dell’art.2 della legge 6 giugno 1935, n. 1129;
Visto lo schema di statuto organico approvato dal Consiglio di Amministrazione del so-pracennato ente con delibera del 9 giugno 1936;

DECRETA

L'Istituto delle case popolari di Palermo è riconosciuto come istituto autonomo provin-ciale con la denominazione di “Istituto autonomo per le case popolari della provincia di Paler-mo”.
È approvato l'annesso statuto organico del prefato Istituto provinciale composto di 27 articoli.
L’esercizio finanziario in corso del cennato Istituto avrà termine il 28 ottobre l936.
Il presente Decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del Regno ed avrà effetto dalla data della sua pubblicazione.
Roma, addì 9 luglio 1936
Il Ministro: COBOLLI-GIGLI
Gazzetta Ufficiale N. 198 del 27-8-1936

COSTITUZIONE DELL'ISTITUTO
Art. 1

L'Istituto Autonomo per le Case Popolari della Provincia dì Palermo, con sede in Paler-mo, ha lo scopo di provvedere case alle classi meno abbienti in tutti í Comuni della circoscri-zione provinciale nei quali se ne manifesti il bisogno, in conformità della vigente legislazione sulla edilizia economica e popolare.
Esso potrà avere una o più sezioni autonome, con patrimonio e bilanci separati per le case di un determinato Comune o gruppo di Comuni.

Art. 2

Per l'attuazione dei propri fini l'Istituto potrà:
a) acquistare terreni fabbricabíli, e venderli quando risultino esuberanti od inutilizzabili per i bi-sogni od i mezzi dell'Istituto.
b) costruire case popolari ed economiche con i relativi accessori di botteghe laboratori e simili;
c) acquistare fabbricati per ridurli a case popolari od economiche;
d) vendere o locare gli alloggi ed accessori degli edifici di cui alle precedenti lettere b) e c), ov-vero assegnarli in affitto con patto di futura vendita agli stessi inquilini ed ai loro eredi;
e) costruire ed esercitare alberghi dormitori e bagni popolari;
f) amministrare case popolari od economiche per conto dei Comuni ed altri Enti nella circoscrizione;
g) provvedere alle istituzioni accessorie che si propongono la elevazione e la educazione socia-le, morale ed igienica dei propri inquilini;
h) accettare elargizioni, donazioni, eredità e legati in qualsiasi forma che ritenga vantaggiosi;
i) contrarre prestiti con o senza garanzia dei contratti di locazione od inerenti alla gestione dei fondi di previdenza del proprio personale;
1) fare presso le Banche tutte le operazioni indispensabili ai propri fini, escluso ogni carattere aleatorio;
m) fare tutte le altre operazioni ed atti consentiti dalla legge per il raggiungimento dei propri fini.

Art. 3

Il patrimonio dell'Istituto è costituito:
a) dal patrimonio dell'Istituto Autonomo per le Case Popolari di Palermo;
b) da eredità, lasciti, donazioni ed elargizioni che pervengano all'Istituto;
c) dal patrimonio degli altri Enti od Istituti di case popolari e dalle gestioni Comunali e Provin-ciali per case popolari e dalle gestioni speciali che vengano riconosciute come sezioni autono-me dell'Istituto Provinciale o dì cui venga disposta la fusione od incorporazione nello Istituto Autonomo Provinciale;
d) dal fondo di riserva ordinario e dagli utili devoluti ad aumento del capitale.
I conferimenti di capitale previsti alla precedente lettera b), debbono essere preventi-vamente accettati dal Consiglio di Amministrazione.
Omissis

 

 

CRAL
dipendenti IACP
 
Interventi
   Home Page      Chi siamo      Dove siamo      Struttura organizzativa      Amministrazione      Mappa del sito